Notre Dame, la Cattedrale di Papeete

di
Notre Dame, la Cattedrale di Papeete © Andrea Lessona

Notre Dame, la Cattedrale di Papeete © Andrea Lessona

Notre Dame è la cattedrale di Papeete. Venne costruita per la prima volta nel 1856 da missionari cattolici. Fu il primo vescovo della Polinesia, monsignor Tepano Jaussen, a supevisionare i lavori svolti dagli isolani di Mangareva, gente capace e ingegnosa.

Per motivi finanziari la cattedrale di Papeete fu di dimensioni ridotte con una lunghezza di venti metri per una larghezza di cinquanta. Venne realizzata con blocchi di granito portati dai Gambier per sostenere le pareti spesse.

Furono progettati finestre ogivali e cancelli. Purtroppo un anno più tardi, i lavori si fermarono a causa della mancanza di risorse. Per dieci anni, il progetto della cattedrale di Papeete rimase fermo e l’edificio ecclesiastico venne definitivamente distrutto nel 1867.

Due anni dopo, la cattedrale di Papeete fu ricostruita – seppur con dimensioni ulteriormente ridotte (40 m da 15 m) – e completata nel 1875. Da allora, ci sono stati diversi restauri: nel 1967, 1988 e infine nel 2005.
 
Oggi, la cattedrale di Papeete rimane con la sua forma gotica uno dei monumenti più apprezzati dai turisti, soprattutto durante le messe quando vengono cantati magnifici inni religiosi.

I commenti all'articolo "Notre Dame, la Cattedrale di Papeete"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...